Chi Siamo

I Cooperatori

L’Associazione dei Cooperatori è uno dei Gruppi della Famiglia Salesiana. Apporta alla Famiglia salesiana i valori specifici della sua condizione secolare, nel rispetto dell’identità e autonomia proprie di ogni Gruppo. Vive in particolare rapporto di comunione con la Società Salesiana, che per volontà del Fondatore, ha nella Famiglia uno specifico ruolo di responsabilità.

I Salesiani Cooperatori intendono vivere il Vangelo alla scuola di San Giovanni Bosco. Sono nati dall’invito che, fin dalle prime origini, egli fece a laici, uomini e donne, e a membri del clero diocesano, di “cooperare” alla sua missione di salvezza dei giovani, soprattutto di quelli poveri e abbandonati.

Secondo il pensiero di Don Bosco il Cooperatore realizza il suo apostolato, in primo luogo negli impegni quotidiani. Per questo tende ad attuare, nelle ordinarie condizioni di vita l’ideale evangelico dell’amore a Dio e al prossimo. Lo fa animato dallo spirito salesiano e portando ovunque un’attenzione privilegiata alla gioventù bisognosa.

Ambiti di impegno del Cooperatore

Famiglia

Per far crescere il senso di appartenenza all’Associazione, i Salesiani Cooperatori si sostengono l’un l’altro con lo scambio dei beni spirituali.

Ambiente

In tutti gli ambienti di vita, i Salesiani Cooperatori, fanno la propria sollecitudine educativa del carisma salesiano, sono fedeli al Vangelo e agli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa.

Realtà Sociale

L’Associazione è attenta, in forza del Sistema Preventivo, alle sollecitazioni proveniente dalla società civile per la promozione integrale della persona e dei suoi diritti fondamentali.

Le Attività

In particolare l’attività del Cooperatore si svolge nelle diverse strutture in cui la condizione secolare offre maggiori possibilità di inserimento:

  • in quelle civili, culturali, socio-economiche e politiche, in particolare quando incidono fortemente sull’educazione della gioventù e sulla vita delle famiglie;
  • in quelle ecclesiali, offrendo responsabilmente la collaborazione “ai vescovi e ai parroci” specialmente nelle comunità parrocchiali;
  • in quelle animate dai Salesiani di Don Bosco, dalle Figlie di Maria Ausiliatrice od a altri Gruppi della Famiglia salesiana, specialmente negli Oratori, nei Centri Giovanili e nella Scuola